Una bella sera di luglio: Le Vie del fresco

 

Questa splendida estate calda va ricordata: lunghe giornate assolate, cieli tersi, cicale che cantano felici, come un sottofondo  musicale che ci accompagna durante tutto il giorno. So che molti soffrono il caldo, ma…e se di sera, invece di girarci e rigirarci nel letto o farci venire la cervicalgia da aria condizionata (la febbre estiva l’hanno chiamata i tg) ce ne andassimo in giro verso le colline? Da piccola, molto piccola!, abitavo a Forlì e ricordo ancora quelle estati in cui mio padre, in piena notte, caricava l’auto con sedie, sdrai e coperte e poi VIA! si andava verso la collina più vicina, dove tirava sempre un po’ d’aria e si stava là,chi a dormire, chi in chiacchere e chi a guardar le stelle per due o tre ore, per poi tornare in città poco prima dell’alba e godersi quelle fresche ore del mattino, da poco prima che albeggi all’ ora della sveglia. E non eravamo gli unici!  Anzi, pure quello, quando s’incontrava qualcuno,  diventava un momento di socializzazione: da dove venite? dove abitavate prima? Ecc Ecc fin quasi sempre a trovare qualcosa in comune. Ad ogni modo, al di là di questo mio remember, quel che voglio dire è che ogni tanto si può prendere l’auto o lo scouter e far qualcosa di diverso che lamentarsi perchè fa caldo d’estate! E andare magari in quel parco in cui andavi da giovane o a cercare quel parco che ti ricorderai da non più giovane, scoprire o riscoprire luoghi vicini a casa, ma lontani dal quotidiano, che distano pochi chilometri da noi e dalla nostra routine e ci possono recare sollievo al corpo e all’anima: di notte, sotto un bel cielo stellato puoi tornare a sognare e soprattutto GODERTI UN BEL FRESCO!

Itinerari consigliati:

visitate i parchi cittadini del vostro quartiere, se non avete o non volete usare auto o moto: basta stare semplicemente nel verde per sentirsi più freschi e anche più sereni.

Monte Donato, salendo da via Siepelunga; Parco Cavaioni, da San Luca; Parco Pellegrino, da via Casaglia; questi sono parchi un po’ più distanti, ma a pochi minuti da tutte le zone di Bologna e sono decisamente freschi!

Se poi vi venisse in mente di farvi proprio tutta la serata c’è il Parco di MonteSole, prendendo la Porrettana,oltre Marzabotto su fino a Pian di Venola, svoltando a sinistra e seguendo le indicazioni ( circa 40 minuti da Bologna). sia nel Parco che lungo il percorso troverete ottime trattorie dove gustare la cucina tipica; Parco Dei GessiBolognesi e Calanchi dell’Abbadessa che si insinua tra Rastignano-Ponticella e la Croara: zona estremamente affascinante e sconosciuta ai più ( circa mezz’ora da Bologna ); infine lo splendido parco dell’Abbazia di Monteveglio (circa 40 minuti da Bologna), anche in direzione di questi ultimi due parchi troverete lungo il tragitto la cena che più vi aggrada.

 


Permalink link a questo articolo: http://www.levie.biz/una-bella-sera-di-luglio-le-vie-del-fresco/

Lascia un commento